mytour logo
Cosa fare a Siena in 3 giorni?

Cosa fare a Siena in 3 giorni?

24 set 2020

Siena panorama

Se la città toscana t’incuriosisce, ti sarai chiesto cosa visitare a Siena in 3 giorni. Con myTour puoi vedere il centro storico, passeggiare per le caratteristiche contrade degustando le pietanze caratteristiche, e prenotare un tour alla scoperta dei meravigliosi paesaggi del Chianti e della Val d’Orcia, il tutto in soli 3 giorni.

Giorno 1: il centro storico di Siena

L’affascinante città medioevale è conosciuta soprattutto per il Palio, corsa a cavallo sotto forma di giostra medioevale, che ha luogo in Piazza del Campo. Cuore di Siena, questa splendida piazza conserva importanti caratteristiche della sua struttura medievale, per i quali è stata inserita nei siti Patrimonio dell’Umanità Unesco. A forma a conchiglia, si distingue per la pavimentazione in cotto e travertino e la divisione in nove spicchi.

Vi si affaccia il Palazzo Pubblico, sede del Museo Civico, che custodisce molti capolavori artistici, e la Torre del Mangia. Maestosa, risalente al XIV secolo, fu edificata con gli stessi mattoni della pavimentazione della piazza. Se vuoi essere introdotto alla storia, all’architettura e all’arte di Siena, affidati a una guida professionale di myTour, che ti porterà con una passeggiata guidata a vedere i principali monumenti, come il Duomo di Siena e la Basilica di San Domenico. In stile gotico, il duomo si caratterizza per la bella facciata di marmo bianco, alternato a sottili strisce verdi. Custodisce molte opere di Donatello, di Nicola Pisano e di altri artisti, ed è conosciuto anche per il pavimento costituito da ben cinquantasei scene intagliate sul marmo.

La Basilica Cateriniana di San Domenico è un’imponente chiesa risalente al Duecento, che custodisce la cappella di Santa Caterina, patrona della città, nella quale si trova una reliquia della santa.

Giorno 2: alla scoperta delle contrade

Ricciarelli di Siena

Vale la pena riservare un giorno libero per passeggiare tra le antiche contrade della città, ben diciassette, e visitare dei musei, alcuni di essi dedicati al Palio, che custodiscono drappi e testimonianze uniche di questo importante evento. Nel Museo dell’Onda, invece, sono esposte delle opere di Giovanni Duprè, famoso scultore nato nella contrada.

Merita visitare anche Piazza Indipendenza, con la sua loggia, e alcuni dei molti palazzi signorili della città, come Palazzo Salimbeni, e Palazzo Tolomei. A parte Fonte Gaia, in Piazza del Campo, elegante fontana in stile classico, passeggiando per le contrade puoi scoprire fonti nascoste e belle fontane, come quella in contrada dell’Oca, costruita su più livelli.

Una visita a Siena non è completa però, senza un assaggio alle prelibatezze della città e tipiche toscane, come i pici di Siena, pasta fresca condita in vari modi, e la Pappa al Pomodoro. Da assaggiare le tartare di Chianina e i piatti a base di eccellente carne di cinta senese. Tra i dolci tipici della città spiccano i Panforte e i Ricciarelli, tipici biscotti alle mandorle. Il tour di Siena di myTour dedicato alla gastronomia ti porta ad assaggiare le prelibatezze toscane e a degustare i superbi vini del Chianti.

Giorno 3: il Chianti e la Val d’Orcia

Altre mete imperdibili attorno a Siena sono il Chianti e la Val d’Orcia. myTour ti porta, con il Tour del Chianti & Castelli, alla scoperta della splendida regione vinicola dove potrai degustare superbi vini, come il Chianti Colli Senesi DOCG, e assaggiare prodotti toscani. Un’altra tappa è la Fortezza di Monteriggioni, a forma di corona, le cui mura furono citate da Dante nella Divina Commedia. Anche la Val d’Orcia è terra di vini, come il Brunello di Montalcino DOCG, che è possibile degustare durante una visita a una cantina.

I vigneti che producono il Brunello sono sovrastati dalla bella cittadina che porta il suo nome, e tutta la Val d’Orcia è un gioiello, caratterizzato da borghi medioevali, uliveti, e da un paesaggio rurale che le è valso l’inserimento dall’Unesco nei siti Patrimonio dell’Umanità.

best tour  italia